Cuore tenero al cioccolato

tortini-al-cioccolato-

  • 300 gr di cioccolato fondente 75%
  • 6 uova
  • 150 gr di zucchero
  • 100 gr di farina

Ecco un dolce un po’ vintage, ma comunque buono, di grande effetto e soprattutto facile.

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria. Nel frattempo, dividete gli albumi dai tuorli, unite lo zucchero ai tuorli e montateli con uno sbattitore elettrico. Dopo aver raggiunto una consistenza cremosa e liscia, montate i tuorli a neve lasciandoli però un po’ lenti, non facendoli rassodare del tutto.

Incorporate gli albumi ai tuorli, mescolando dal basso verso l’alto, per far sì che non si smontino le chiare. Unite il cioccolato che avrete fatto intiepidire, sempre mescolando dal basso verso l’alto. Infine, unite la farina setacciata. Dovrete ottenere un impasto abbastanza denso.

Imburrate e infarinate dei pirottini e versate il composto fino a 2/3. Infornare a forno preriscaldato a 180° per 10 minuti. Visto che ogni forno ha il suo tipo di cottura, il tortino si deve presentare gonfio ai lati e appena cotto al centro! Lasciate riposare per due minuti e con un coltellino (a lama liscia sarebbe meglio) passate giro giro il pirottino per staccare il tortino sui lati. Rovesciate velocemente il tortino su un piatto e guarnite con zucchero a velo,  se volete potete aggiungere fragole, lamponi, more.

BUON APPETITO!

ASPIC AL VINSANTO CON BISCOTTINI DI PRATO.

11295569_1617588111786075_3463484683295638699_n

INGREDIENTI

550 cl di Vin Santo
biscottini di prato
50 gr di zucchero
12 gr di colla di pesce
mandorle pelate

Per prima cosa, mettete in una ciotola con acqua fredda la colla di pesce. A questo punto, mettete sul fuoco un pentolino con il vin santo e accendete il fornello a fuoco vivace. Appena raggiunge il bollore, abbassate la fiamma al minimo, con un accendino accendete i fumi del vino che stanno evaporando e tenete sul fuoco fino a quando la fiamma non si spegnerà da sola.
Una volta spenta togliete dal fuoco, unite lo zucchero, sgocciolate la colla di pesce e unitela al Vin Santo girando fino a che la colla e lo zucchero non saranno del tutto sciolti.
Prendete adesso gli stampi in silicone (o pirottini), riempiteli con una piccola parte del vin santo e mettete in frigo per 15  minuti. Passato questo tempo, si sarà formata una leggera gelatina. A questo punto rompete i biscotti in piccoli pezzi e metteteli all’interno degli stampi premendoli per farli entrare all’interno della gelatina e rimettete in frigo per altri 10 minuti.
Passati 10 minuti riempite, gli stampi con il restante Vin Santo fino all’orlo e riponete in frigo per almeno 3/4 ore.
A questo punto potete estrarre la gelatina dagli stampi (se usate i pirottini di alluminio aiutatevi con un coltellino incidendo la gelatina seguendo il bordo) poneteli su un piatto, con 3 biscottini di Prato e una manciata di mandorle spezzettate.
BUON APPETITO

CREME BRULEE.

White-Chocolate-Strawberry-Creme-Brulee

Ingredienti:

5 dl panna liquida
125 cl di latte
8 tuorli
150 gr di zucchero
1 baccello di vaniglia

Preparazione
Mettete sul fuoco la panna, il latte, i semi del baccello di vaniglia e il baccello stesso. Portate lentamente a ebollizione.
In una ciotola unite i tuorli allo zucchero e con un mestolo di legno amalgamate senza farlo montare. Appena il latte è bollente filtratelo e versatelo a filo nel composto con i tuorli. Riempite delle cocottes di porcellana e mettetele a bagno maria in forno a 180° per 50/60 minuti.
Sfornate, lasciate intiepidire e cospargete di zucchero di canna e flambare con un flambatore. Aspettare pochi secondi che si formi la crosticina e…
Buon appetito!!!

CREMOSO ALLO YOGURT E CIOCCOLATO CON PANETTONE CROCCANTE.

cremoso con pandor

Ecco una ricetta per utilizzare gli avanzi del panettone o pandoro del Natale.

INGREDIENTI

Panettone o pandoro avanzato
200 g Yogurt magro
250 ml di panna liquida
100 gr di cioccolato
zucchero a velo

PROCEDIMENTO

Montate la panna con una frusta elettrica con 80 gr di zucchero a velo. La panna deve arrivare ad una consistenza molto solida (mi raccomando, che non diventi burro). Assaggiate e aggiustate di zucchero a vostra preferenza.

Intanto, mettete il cioccolato spezzettato con una noce di burro a sciogliere a bagnomaria.

Prendete il panettone o pandoro, ricavatene dei dadini che metterete in una padella antiaderente a scottare sul fuoco. Non importa tenerli molto, basta appena biscottare il panettone.

Infine, unite lo yogurt alla panna, mescolando sempre dal basso verso l’alto per non far smontare il composto.

Prendete un bicchiere (io uso quelli da Martini) mette sul fondo una parte di cioccolato fuso (che si sarà raffreddato, non mettetelo caldo) poi il composto con lo yogurt e la panna, i dadini sopra  e cospargete di zucchero a velo e di cioccolato.

BUON APPETITO!

PANNA COTTA CON GRANELLA DI PISTACCHI E NUTELLA.

panna cotta

Le settimane che ci separano dal Natale sono molto intense! Per questo motivo, oggi vi proponiamo una ricetta molto facile da eseguire.

INGREDIENTI

  • 1,5 LT di panna liquida
  • 100 g di zucchero
  • 1 baccello di vaniglia
  • 15 g di colla di pesce in fogli
  • Pistacchi e Nutella (per la guarnizione)

Prendete il baccello di vaniglia, apritelo per la lunghezza e ricavatene i semi. Unite baccello, semi, zucchero ad un litro di panna e mettete a bollire. Prendete i fogli di colla di pesce (15 g di la colla Rebecchi. Le colle di marche diverse hanno anche diverse consistenze, quindi bisogna procedere per esperimenti, anche se un quantitativo fra i 12 e i 18 grammi dovrebbe andar bene) e metteteli in una ciotola con acqua fredda, ad ammorbidire.

Appena la panna avrà raggiunto il bollore (non fatela bollire), filtratela con un colino. Prendete la colla di pesce, strizzatela ed unitela alla panna. Mescolate il tutto, assicurandovi che la colla di pesce si sia sciolta completamente e riempite degli stampi in alluminio per sufflè. Mettete in frigo e fate riposare per almeno una/due ore.

Per le guarnizioni, tritate finemente i pistacchi (va bene anche con un frullino elettrico). Mettete la Nutella in un pentolino, aggiungete a filo la panna avanzata, fino a che non raggiungete la consistenza desiderata. Fate tutto a fuoco molto basso e mescolando continuamente (le quantità di Nutella e panna sono a vostro piacimento e dipendono anche dal numero di porzioni che dovete fare).

Quando la panna sarà pronta, tiratela fuori dal frigo, passate un coltello affilato lungo il bordo interno del pirottino e immergetelo in acqua tiepida, così che la panna si stacchi dal fondo. Capovolgete velocemente in un piatto e guarnite con i pistacchi e la crema di Nutella a vostro piacimento.

BUON APPETITO!

SACHER TORTE.

sachertorte

  • sale 1 pizzico
  • Cioccolato fondente 250 gr
  • Burro morbido 174 gr
  • Zucchero semolato 260 gr
  • Miele 20 g
  • Farina 00 180 gr
  • Uova a temperatura ambiente medie 6 tuorli (120 gr) e 6 albumi (240 gr)

PER LA FARCITURA

  • Confettura di albicocche 350 gr

INGREDIENTI PER LA GLASSA

  • Cioccolato fondente 300 gr
  • Panna fresca liquida 250 ml
  • Glucosio o miele 50 gr

Per realizzare la Sacher, iniziate a sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria o nel microonde e poi lasciatelo raffreddare; deve arrivare ad una temperatura di circa 35°. Per fare questo, avrete bisogno di un termometro per alimenti. Dividete i tuorli dagli albumi, mettete nella ciotola di una planetaria munita di frusta il burro a pezzetti a temperatura ambiente, i 110 gr di zucchero e il miele. Azionate la macchina fino ad ottenere un composto spumoso, poi unite a filo il cioccolato a 32° e i tuorli uno alla volta. In un’altra ciotola iniziate a montare gli albumi con un pizzico di sale; quando saranno bianchi, incorporate i restanti 150 gr di zucchero poco alla volta. Continuate a montare gli albumi a lucido (devono rimanere un po’ cremosi). Aggiungete l’albume all’impasto e mescolate delicatamente con una spatola o la frusta dal basso verso l’alto per non smontare il composto. Aggiungete la farina setacciata e mescolate sempre delicatamente. Imburrate e foderate con carta da forno una tortiera di 24 cm e versate all’interno l’impasto, livellatelo con una spatola (non sbattete la tortiera, altrimenti si smonterà il composto). Cuocete la torta in forno preriscaldato statico a 180° per 50/60 minuti (se ventilato a 160° per 40/50 minuti). Questo dipende anche da forno a forno (io la tengo anche 70 minuti, in ventilato) A cottura ultimata, sfornate la torta e fatela raffreddare su una gratella. Se la parte superiore sarà croccante e si staccherà non preoccupatevi: toglietela appena sarà fredda e capovolgete la torta in modo da avere una superficie liscia e omogenea. Adesso dividetela in 2/3 dischi, setacciate la confettura in modo che sia liscia e senza grumi e farcite la torta. Spennellate anche tutta la superficie esterna con la confettura e lasciatela asciugare per almeno un’ora a temperatura ambiente.

Intanto occupatevi della copertura: scaldate in un pentolino la panna fresca liquida, unite il glucosio o se non lo avete usate del miele, e mescolate per scioglierlo. Quando il composto sfiorerà il bollore, spegnete il fuoco e versatelo sul cioccolato fondente tritato. Mescolate fino ad ottenere una crema senza grumi. Lasciate raffreddare la salsa (dovrà raggiungere i 35°, poichè questa temperatura permette di ottenere la giusta densità necessaria a ricoprire la torta). Quando la salsa sarà fredda, ponete la base su una gratella e disponete sotto un vassoio per raccogliere la copertura, fate colare la glassa al cioccolato (iniziate dai lati e poi andate verso il centro, dovrete ricoprire interamente la torta).

Fate raffreddare a temperatura ambiente ed ecco a voi la vostra Sacher.

BUON APPETITO!

PERE AL CHIANTI CON GELATO ALLA CREMA.

pere chianti

4 pere Williams

500 cl di Vino Chianti

300 cl di acqua

1 stecca di cannella

1/3 di bacca di vaniglia

100 gr di zucchero

1 scorza di limone

Per prima cosa, prendete una pentola capiente e mettete il vino, l’acqua, la cannella, la scorza di limone, lo zucchero e la bacca di vaniglia e portate tutto a ebollizione. Sbucciate le pere, lasciando il gambo attaccato e cercate di levare da sotto solo la parte del torsolo.
Appena la pentola sarà arrivata a ebollizione, abbassate la fiamma, adagiatevi le pere e coprite con un coperchio. Dopo 20 minuti, girate le pere, aiutandovi con il gambo per evitare di intaccare la polpa. Ricoprite e cuocete per altri 20 minuti.
Alla fine controllate se le pere hanno una consistenza gradevole (io le preferisco leggermente dure all’interno; se piacciono più morbide continuate la cottura per altri 20 minuti), toglietele dalla pentola e mettetele in un piatto.
Filtrate il vino con un colino e rimettetelo sul fuoco a far ritirare, fino a che non ricaverete una consistenza sciropposa.
A questo punto aprite a ventaglio la pera, cospargetela con lo sciroppo e accompagnate tutto con gelato alla crema o panna.

Buon Appetito!

NEW YORK CHEESECAKE.

Visto che tanti di voi me lo hanno chiesto, pubblicherò la ricetta del New York Cheesecake. Come tutte le ricette da me elaborate fino ad ora, lo svolgimento è diverso da come di solito si prepara un cheesecake!

Premessa: il vero New York Cheescake viene fatto con la panna acida (sour cream) spalmata sulla torta e fatta caramellare in forno a 180 ° per 2/3 minuti , ma io preferisco  guarnire con la panna. Poi voi fate come vi pare, se non trovate la panna acida potete farla con panna liquida, yogurt magro, limone e zucchero. Non chiedetemi le dosi, perché non le so…fate a occhio!!!

PER LA BASE

150 g biscotti Digestive

80 g burro

2 cucchiai di zucchero di canna

PER LA CREMA

20 g amido di mais (maizena)

Il succo di 1/2 limone

2 uova intere e 1 tuorlo

100 g di zucchero

1 bacca di vaniglia o 1 bustina di vanillina

600 g di formaggio spalmabile (Philadelphia)

100 ml di panna fesca

PREPARAZIONE

Iniziate dalla base: tritate finemente al mixer i biscotti Digestive (o normali biscotti secchi) con lo zucchero di canna. Trasferite il composto, che deve essere molto fine, in una ciotola e aggiungete il burro fuso. Quindi mescolate e trasferite la base ottenuta in una tortiera di 22-24 cm di diametro, foderata con carta da forno (a cerchio apribile, se possibile, per sfornare il cheesecake più facilmente, ma anche una tortiera normale andrà bene); con il dorso di un cucchiaio, o meglio ancora con un batticarne per lavorare più energicamente, pressate bene sia sulla base che sui bordi della tortiera. Ponete la base a rassodare in freezer 30 minuti oppure in frigorifero un’ora.

Ora dedicatevi alla crema: estraete i semini da una bacca di vaniglia e teneteli un momento da parte. In una ciotola versate le uova intere e il tuorlo, aggiungete lo zucchero e lavorateli a crema con una frusta a mano, oppure con uno sbattitore elettrico (fatelo con lo sbattitore, datemi retta, faticare per nulla…).

Unite i semini di vaniglia oppure una bustina di vanillina e il formaggio fresco spalmabile (tipo Philadelphia). Mescolate accuratamente per creare una crema omogenea e senza grumi.

Versate sul composto anche il succo di mezzo limone filtrato, la maizena (o fecola di patate) e infine la panna fresca liquida.

Amalgamate il tutto, lavorandolo sempre con la frusta. Poi riprendete la base e su di essa versate la crema, livellatela con una spatola e cuocete il cheesecake in forno statico per un’ora: a 180° per i primi 30 minuti e poi a 160° per gli ultimi 30 minuti (se forno ventilato, a 160° i primi 30 minuti e 140° la restante mezz’ora). Con il forno ventilato la cottura viene molto meglio. Quando sarà pronta, lasciate raffreddare. Personalmente la lascio ancora nel forno chiuso per 20 minuti e poi lo apro finché non raffredda del tutto. Fatto questo, mettetela in frigo per almeno un’ora. Passata l’ora, ricopritela con la panna, che avrete montato con un po’ di zucchero a velo, e guarnite con caramello, crema di fragole, cioccolato…insomma, come più vi piace. Mi raccomando, non usate la panna spray, altrimenti viene un troiaio (detto alla toscana!).

Buon appetito!